Come lanciare e far atterrare il tuo kayak da pesca nel surf - Guida dettagliata

Iniziare una nuova attività è sempre difficile perché sei completamente nuovo in qualcosa che richiede sia conoscenze teoriche che pratiche. E quando c'è anche un tipo speciale di attrezzatura da utilizzare, possono essere necessarie settimane o addirittura mesi per acquisire familiarità anche lontanamente con le basi. Certo, iniziare lentamente è la chiave, ma con certe cose devi continuare a provare e imparare attraverso tentativi ed errori. Nessuna quantità di teorizzazione e pianificazione può aiutare fino a quando non ti sporchi e ti sporchi.

Questo è vero per alcuni aspetti del kayak, in particolare per portare un kayak in acqua pensando alla pesca. I pescatori di kayak sono recentemente cresciuti di numero e nonostante non sia un approccio nuovo alla cattura del pesce, è molto più diffuso di quanto non sia mai stato.

I kayak sono migliori, c'è più attrezzatura tra cui scegliere e sempre più persone sono interessate alla pesca in generale. Tuttavia, se vuoi farlo correttamente, devi prima avere familiarità con il file basi della pesca in kayak.

Uno può pescare da un kayak ovunque ci sia uno specchio d'acqua. Che si tratti di un fiume, di un torrente di montagna stretto e veloce o di un lago, è possibile allontanarsi dalla riva e trascorrere ore nell'acqua gettandosi via. È rilassante, liberatorio e soprattutto divertente.

Tuttavia, la vera sfida arriva quando vuoi andare pesca in kayak nell'oceano per una cosa mancano gli altri corpi idrici: le onde. Spesso trascurato, il surf è un grosso ostacolo quando si entra in acqua per iniziare una sessione di kayak e quando si esce per terminarla. Nelle sezioni seguenti, ti insegniamo come lanciare e far atterrare il tuo kayak da pesca nel surf.

Lancio nel Surf

uomo che naviga

Cominciamo con l'ovvio e primo discorso sull'entrare in acqua nonostante le onde. Per la pesca in kayak nell'oceano, avrai bisogno di un kayak snello capace di velocità maggiori, un modello sit-inside che possa attraversare l'onda frontalmente. Dovrebbe essere stretto e lungo anziché corto e largo.

I modelli sit-inside sono di gran lunga la migliore linea d'azione. Anche la loro posizione di seduta più bassa favorisce le condizioni. Varietà sit-on-top con i seggioloni sono lenti, richiedono più pagaiate e non possono andare così veloci.

La prima cosa che devi fare è trovare il punto perfetto per il lancio. Non tutte le aree della spiaggia ricevono la stessa quantità di onde. Alcuni sono più leggeri nelle condizioni del surf, mentre altri possono essere battuti a malapena per entrare nelle acque più calme.

Assicurati di scansionare sempre la riva per il sito di lancio ideale da dove sarà più facile far entrare il tuo kayak. Le onde più piccole sono sempre migliori di quelle più grandi, indipendentemente da quanto. C'è sempre una baia o una sacca dove l'acqua non è così potente, il che rende il punto di lancio perfetto.

Successivamente, devi impostare il kayak. Il lancio deve avvenire in un'acqua che consenta al kayak di galleggiare e di toccare comodamente il fondo con entrambi i piedi mentre si è a cavalcioni su di esso. Questo è l'ultimo momento in cui puoi controllare che tutta la tua attrezzatura sia fissata e fissata in modo sicuro poiché non è possibile tornare indietro una volta entrati.

La prua del kayak deve essere allineata in modo che sia perpendicolare alle onde in arrivo e alla riva. In altre parole, devi affrontare le onde con un angolo di 90 gradi. Altrimenti, basterà un'onda debole per girare la prua lateralmente e ruotare l'intero kayak in una posizione parallela.

Se ciò accade, devi ricominciare tutto da capo, a condizione che tu sia ancora dalla parte giusta. Fondamentalmente, l'essenziale è prendere le onde frontalmente in linea retta, come un siluro che attraversa dritto.

Naturalmente, la partenza deve essere programmata. Preferibilmente, dovrebbe essere fatto tra due onde, se possibile due più piccole. Non salire sul kayak fino a quando non hai deciso quando partire. Aspetta un rompere tra le onde, siediti e solleva i piedi nella cabina di pilotaggio, e fai alcuni colpi veloci e forti con la pagaia per guadagnare abbastanza velocità e saltare attraverso quell'onda. È più facile di quanto sembri e dopo aver infranto la prima ondata sarai già al sicuro.

Atterraggio nel Surf

navigare

Quando sarai pronto per tornare a riva, cercherai di nuovo un'area dove le onde sono più piccole. La sezione del litorale in cui si alzano meno frequentemente e si rompono meno violentemente è dove vuoi andare. Ancora una volta, posizionati a 90 gradi, osserva le onde mentre vanno e prova a cronometrare quando arriverà la prossima.

Più piccole sono le onde, più vicino alla riva puoi pagaiare e cercare la posizione di partenza. Quando la prua del tuo kayak si abbassa mentre la poppa si alza sull'onda, inizia a remare forte per prendere l'onda.

Ti farà surfare sulla riva e praticamente lo cavalcherai senza la necessità di remare molto. Qui sono necessari solo pochi tratti per una leggera correzione della rotta. Se tutte le onde sono grandi, pagaia più forte sul dorso di una che si sta rompendo e la supererai prima che arrivi la successiva.

Infine, non appena inizi a colpire la spiaggia, salta fuori e afferra le maniglie a prua. Usa l'inserimento per trascinare il kayak il più in alto possibile sulla spiaggia. Batte trascinandolo sulla sabbia, quindi usalo il più possibile.

Inoltre, devi allontanarti rapidamente, specialmente se le onde sono veloci, forti e grandi. Inoltre, l'onda che si allontana può risucchiare te e il kayak. Infine, fai attenzione al kayak e sii consapevole della tua posizione in quanto potresti rimanere bloccato tra il kayak e l'onda che si allontana o rimanere impigliato nelle corde.